Come trovare la tata ideale

Aggiornamento: 6 giorni fa

Come tata-doula mi capita spesso che i miei clienti mi chiedano come fare per trovare una tata che sia la persona perfetta per loro.


Mi piace riflettere insieme a loro su come sarebbe per loro la tata ideale per il loro bambino.


Alla fine della chiacchierata spesso arriviamo alla stesura dell’annuncio perfetto per la ricerca della loro futura tata.


Se ti chiedi anche tu come fare, ecco qui sotto i miei suggerimenti.


Se cerchi una tata a Pisa per il tuo bambino sotto l'anno di età, dai un'occhiata ai miei pacchetti tata-doula di 9 ore settimanali.


Immagine: come trovare la tata ideale

Partiamo dalle domande da farsi. Prendi carta e penna e scrivi le cose che per te sono importanti:


Cosa voglio per me mamma/genitore? Quali sono le mie esigenze?

  • Quali sono i miei orari di lavoro e di conseguenza le ore scoperte in cui ho bisogno che qualcuno si occupi del mio bambino? Mi serve full-time o solo quando il bambino esce dal nido/scuola?

  • (Per chi ha un bambino piccolo) Come sarò organizzata per l’allattamento? La tata dovrà saper dare un biberon di latte materno o di latte artificiale?

  • Ho bisogno che la tata sia disponibile anche quando il bambino ha piccoli malanni o non mi serve?


Cosa voglio per il mio bambino?

  • La persona che se ne occuperà deve avere esperienza con neonati (capacità di rispettare i ritmi del neonato per favorire la sua serenità e il suo corretto sviluppo) o con bambini più grandi (capacità/voglia di giocare con loro e proporre attività)?

  • (Per chi ha un bambino piccolo) Voglio aspettare che abbia superato l'anno di età per esporlo alle malattie tipiche del primo inverno al nido e quindi fino al prossimo settembre preferisco prendere una tata a casa?


Idealmente, quali soluzioni tra queste qui sotto voglio scegliere in base alle mie esigenze?

  • Struttura/nido con orari fissi (8:00-15:00) (Come voglio che sia?)

  • Nido privato con orari prolungati (Ce ne sono nella mia zona?)

  • Tata presso il mio domicilio (Come voglio sceglierla? Quali sono le qualità importanti per me?)

  • Ragazza alla pari (Ho modo di ospitare una tata che sia comodamente sempre a disposizione secondo orari concordati?)

  • Alternanza tra una di queste soluzioni e l’aiuto dei nonni?

  • Altre soluzioni?


Ecco quindi che abbiamo già raccolto molte informazioni che saranno utili alla redazione dell’annuncio per la ricerca della tata ideale.


Ora restano però da chiarire alcuni aspetti molto importanti:


Altre domande da porsi:


È meglio il nido o una baby-sitter fino a 3 anni? Leggi l’articolo di UPPA

E quando la baby-sitter non può venire, come sono organizzata/o? Attenzione ad avere sempre un piano B, un piano C e anche un piano D!


Tata fissa o tata occasionale?


Ecco alcune cose alle quali potresti non aver pensato:


Tata fissa (che dovrà occuparsi del tuo bambino part-time o full-time su base regolare, generalmente con gli stessi orari tutte le settimane):

  • raramente le tate hanno la partita IVA, quindi in questo caso dovrai informarti sulle forme di assunzione. Di solito il contratto per colf e baby-sitter è quello che offre le maggiori tutele sia alla famiglia che alla tata, inclusa la copertura in caso di infortuni. Generalmente si trovano informazioni a questo riguardo nei CAF


Tata occasionale (che chiami solo all’occorrenza, quando i bambini si ammalano e non vanno al nido/scuola o per altre esigenze)

  • potresti aver bisogno di capire come funziona il libretto famiglia della INPS per pagare la tata (comprende l’assicurazione contro gli infortuni)

  • per questo tipo di necessità (tata a chiamata) ti converrà scegliere una tata o baby-sitter che abiti vicino a casa tua, in modo che la tata possa arrivare a casa tua anche in poco tempo se la chiami all’ultimo per malattia del figlio


Tata con esperienza o senza? Con una formazione specifica o non importa?


Premetto che:

  • una tata con una formazione da educatrice probabilmente preferirà trovare un lavoro fisso (in un nido o in una famiglia)

  • una studentessa potrà essere più disponibile per lavori a chiamata, oppure una casalinga senza altri impegni lavorativi


Nella mia esperienza, al di là della formazione o dell’esperienza che potrà avere la tata, una cosa molto importante è che vi sia un buon feeling reciproco.


Fare l’annuncio perfetto permette di fare una bella scrematura delle risposte perché risponderanno solo persone che corrispondono al profilo cercato. In questo modo potrai fare colloqui solo con i profili più adatti alla tua richiesta e saranno un momento importante di conoscenza reciproca: la tata ha bisogno di osservare i tuoi gesti e i tuoi modi di fare per potersi occupare poi al meglio del bambino, e anche tu hai bisogno di vedere come la tata si occupa del bambino, se i suoi gesti e modi di fare ti piacciono e se ti trasmette fiducia.


Fare un sondaggio presso amici e colleghi può essere anche un buon modo per capire gli errori da non fare nella scelta e le cose importanti secondo loro. Puoi fare tutte le domande che ti vengono in mente come: “la vostra baby-sitter ha una formazione specifica? Meglio una studentessa o una mamma casalinga? E un baby-sitter maschio??


Che abbia esperienza o meno, quello che trovo più utile in assoluto è trascorrere un po’ di tempo in compresenza con la tata per le prime volte, e lasciare istruzioni molto chiare sul ritmo delle giornate e sul bambino stesso, le sue abitudini, le sue difficoltà e come affrontarle.


Dove cercare


Una volta che avrai scritto l’annuncio perfetto per trovare la tua tata ideale, ecco come cercarla:

  • Passaparola tra amici e parenti

  • Social (gruppi di mamme, gruppi di baby-sitter locali, ecc.)

  • CAF che hanno elenchi di tate (di solito offrono sostegno per la stesura del contratto)

  • Agenzie locali di tate/baby-sitter

  • Agenzie online. Ggeneralmente richiedono un’iscrizione. Alcune offrono un aiuto per la stesura del contratto. Permettono di vedere le recenzioni di altri utenti, ad esempio Sitly.it, Toptata.it o Lecicogne.net

  • Se cerchi una tata che venga a chiamata quando i tuoi bambini si ammalano o per altre esigenze occasionali, ti conviene trovarla vicino casa, quindi non esitare a mettere un annuncio all’ingresso dei palazzi circostanti, dal parrucchiere di quartiere, ecc. se non hai trovato una tata vicina tramite le agenzie online


E quindi ecco che ci siamo, scriviamo il nostro annuncio!


Ti consiglio di non dimenticare nessuna di queste cose, altrimenti perdi tempo poi a vagliare le risposte:

  • Zona (non basta scrivere Pisa, specificare il quartiere)

  • Età del bambino

  • Orari richiesti

  • Durata (solo per qualche mese, fino a…, oppure a tempo indeterminato?)

  • Mansioni richieste

  • Automunita oppure no (specificare poi chi fornirà i seggiolini a norma)

  • Eventuali esigenze particolari: esperienza con bambini con bisogni specifici, formazione, altro


A chi risponderà all'annuncio chiederai di inviarti ulteriori informazioni:

  • Se ha esperienza

  • Eventuale formazione specifica o affine



Non mi conosci?


Mi sono formata come doula presso l’Associazione Eco Mondo Doula nel 2008, ottenendo poi la certificazione di professional post-partum support con Joy in Birthing & Bumi Sehat nel 2015 e quella di Newborn Mothers Postpartum Professional con Newborn Mothers Australia nel 2018. Dal 2013 sono socia dell'associazione Mammadoula.

Sono anche peer counselor in allattamento, avendo seguito il corso base secondo il modello OMS UNICEF nel 2016. Ho seguito poi anche il corso avanzato nel 2017, il corso sull'allattamento dei gemelli a inizio 2021, e infine un ulteriore corso di approfondimento di 35 ore sulle difficoltà in allattamento nel 2022.

Altri corsi che fanno di me la professionista che sono oggi includono: “Promozione della salute, dell’allattamento e della genitorialità responsiva nei primi 1000 giorni con un approccio transculturale” (Istituto Superiore di Sanità), “Home Visiting - Supportare le famiglie per il benessere dei bambini da 0 a 3 anni”, formazione Babywearing, Becoming Us professional workshop, Primo soccorso pediatrico, Workshop babysigns Italia.

La doula è unə professionista operante nel settore del sostegno alla genitorialità e offre il suo sostegno emotivo, pratico e informativo alle donne e coppie durante la gravidanza e il post-parto. Non si sostituisce all'ostetrica e non possiede alcuna formazione medica.

Nella mia pratica come doula e peer counselor in allattamento mi avvalgo della collaborazione con la consulente IBCLC Micaela Notarangelo o di altre consulenti professionali in allattamento presenti sul territorio ogni volta che lo ritengo necessario per la buona prosecuzione dell'allattamento delle mie clienti.



Vai alla Home

146 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti