Doula, la donna che viene dalla casa di fronte

Aggiornato il: mag 26

“Una madre che non ha allattato è una madre che è stata lasciata sola dalla società” dice Ibu Robin Lim

L’essere umano ha allattato con successo per migliaia di anni, ma oggi solo una madre su tre raggiunge i propri obiettivi di #allattamento al seno.


Le donne vogliono allattare ma per qualche motivo non ce la fanno, e quando un problema diventa così diffuso bisogna smettere di incolpare le singole madri e iniziare ad allargare lo sguardo…


Dopo essere stata delusa dalla sua esperienza personale, l'antropologa Dana Raphael si stava chiedendo perché l'allattamento al seno fosse così difficile per le donne della nostra cultura, e decise di intraprendere delle ricerche.


In una intervista [qui], racconta come è nata la figura che oggi chiamiamo ‘doula’:


Non ero riuscita ad allattare mio figlio e mi sentivo devastata.
Così, iniziai a fare ricerca per sapere come facessero le donne in altre culture del mondo per mantenere i loro bambini in vita.
Ho studiato questa materia in 178 culture, e ho scoperto che ogni volta, in ogni cultura, esisteva l’usanza di avere una persona al proprio fianco dopo il parto. Spesso, questa persona era la propria madre.
Un giorno, un’anziana donna greca stava ascoltando la conversazione che stavo avendo con la nuora. “Ah sì”, disse. “È la #doula. È la donna che viene dalla casa di fronte per aiutare la mamma con il bambino appena nato”.

Dana Raphael coniò così la parola ‘doula’ – nella sua accezione moderna – per indicare la persona che sostiene l'allattamento al seno. Con il tempo, la nostra società industriale carente di sostegno e di umanità ha portato le donne a portarsi le doule anche nella stanza del parto e ora la parola è sinonimo di una persona di sostegno alla nascita.


Ma quello che Dana aveva scoperto è che per allattare ci vuole sostegno.


Quando una madre incontra delle difficoltà con l’allattamento, la risposta tipica nelle nostre culture è quella di cercare i problemi da risolvere e risolverli. Le donne ricevono quindi consigli e informazioni, tabelle e quant’altro. Sono invitate a pesare i bambini e i grammi di latte, e ad usare attrezzature, tiralatte e latte artificiale…

A volte queste strategie possono essere utili, ma non dovrebbero essere sempre poste al primo piano…


Spesso, quando una madre esprime le sue difficoltà, quello che sente davvero è “non avevo idea che sarebbe stato così difficile, sicuramente faccio qualcosa di sbagliato, sono un fallimento”.


Non sei un fallimento.


L'allattamento è anche una competenza che va imparata, spesso anche con fatica, ma non solo: il “problema” con l’allattamento, è che non solo ti serve impararlo, ma ti serve anche sostegno, almeno per i primi tempi. Perché anche se ti viene bene, rimane che è una cosa impegnativa, che ti assorbe tutta per un po’ di settimane, e quindi organizzarti per avere un #sostegno nelle prime 6 settimane non è un lusso, ma è una cosa saggia.


Certo oggi non puoi chiedere alla tua vicina di fronte di venirti ad aiutare per tutti i primi giorni e le prime settimane di allattamento, ma puoi individuare per tempo le persone che vorrai al tuo fianco per le primissime settimane dopo il parto.


Dovranno essere persone di cui ti fidi, non invasive, che rispettano le tue scelte e che sono molto ben informate su come funziona l’allattamento. Dovranno essere persone umili, che sanno portare il loro aiuto, un piatto cucinato, un po’ di spesa, arrivando in punta di piedi e venendo via senza far rumore.


Queste persone potranno essere la tua mamma o la tua suocera se ci vai d’accordo, un’amica del cuore, una doula, un’ostetrica o una zia… qualsiasi donna, anche una sola, purché abbia le qualità richieste.


Questo da solo non ti garantisce che riuscirai ad allattare, ma sicuramente ti aiuterà ad evitare il burn-out che colpisce tutte le mamme che cercano disperatamente di imparare ad allattare continuando a fare tutto da sole.


Come doula offro il mio sostegno alle mamme con i miei Pacchetti di sostegno post-parto, proprio perché io stessa ho avuto bisogno di quel supporto dopo il parto e l’ho trovato nella figura di una studentessa che... abitava proprio di fronte a casa mia, anche se all’epoca non sapevo che cosa fosse una doula!



75 visualizzazioni
  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

© 2019 Laurence Landais

Partita Iva: 01529860502

Sono socia di:

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now